AGEVOLAZIONI AGRICOLTURA 2015

Le agevolazioni nel settore agricolo per il periodo 2014-16 al fine di favorire la competitività del settore agricolo e del made in Italy attraverso investimenti per introdurre o aumentare le vendite dei prodotti agricoli.

Scadenza: 2016, fino ad esaurimento fondi

Ambito territoriale: Nazionale

Programma AGEVOLAZIONI AGRICOLTURA 2015
Settore di intervento Misure a sostegno della competitività del settore agricolo e del made in Italy dei prodotti agroalimentari italiani: Bonus agricoltura nuovi prodotti e tecnologie e Bonus e-commerce made in Italy 2014 2016.
Soggetti beneficiari Sono ammissibili all’agevolazione i soggetti, persone fisiche o persone giuridiche, anche se costituite in cooperative o riunite in consorzi, titolari di reddito di impresa o di reddito agrario che producono prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura (piccole e medie imprese operanti nella produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura).Nel caso del bonus per nuovi prodotti e tecnologie  devono aderire ad un contratto di rete già costituito al momento della presentazione della domanda.
Entità del contributo Sono ammissibili all’agevolazione i nuovi investimenti realizzati, dopo l’entrata in vigore del presente decreto, nei periodi di imposta del 2014, 2015 e 2016..
Il credito d’imposta, per ciascuno dei periodi d’imposta agevolabili é:
a) il 40%  nel limite dell’importo degli investimenti realizzati in ciascuno dei periodi indicati, che vanno da 15.000 a 400.000 euro a seconda della tipologia di impresa richiedente.
b) nella misura che va dal 10 al 40%  nel limite dell’importo degli investimenti realizzati in ciascuno dei periodi indicati, che vanno da 15.000 ad un massimo di 50.000 euro a seconda della tipologia di impresa richiedente .
Tipologie di spese finanziabili

Nel caso del Bonus agricoltura nuovi prodotti e tecnologie” sono agevolabili le seguenti spese sostenute per nuovi investimenti, compresi in un programma comune di rete, per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché per la cooperazione di filiera:
a) costi per attività di consulenza e assistenza tecnica prestate da soggetti esterni;
b) costi per la costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili e per l’acquisto di materiali e attrezzature, tecnologie e strumentazioni hardware e software;
c) costi di ricerca e sperimentazione;
d) costi per l’acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali;
e) costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto;
f) costi per la promozione sul territorio nazionale e sui mercati internazionali dei prodotti della filiera;
G costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività della rete.

Nel caso del Bonus e-commerce made in Italy 2014 2016″ sono agevolabili le spese sostenute dai soggetti per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche esclusivamente finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico, relative a:
a) dotazioni tecnologiche;
b) software;
c) progettazione e implementazione;
d) sviluppo database e sistemi di sicurezza

Data di presentazione della domanda I crediti d’imposta del  Bonus agricoltura nuovi prodotti e tecnologie” sono riconosciuti nel limite di spesa di 4,5 milioni di euro per l’anno 2014, di 12 milioni di euro per l’anno 2015 e di 9 milioni di euro per l’anno 2016.  Per il Bonus e-commerce made in Italy 2014 2016″ 500.000 euro per l’anno 2014, di 2 milioni di euro per l’anno 2015 e di 1 milione di euro per l’anno 2016. Sono validi  fino ad esaurimento delle risorse disponibili in ciascuno dei predetti anni.Il credito d’imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta per il quale è concesso ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione

Modalitá di presentazione della domanda

Dal 20 febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti, le imprese interessate, presentano al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali apposita domanda per il riconoscimento del credito d’imposta secondo modalità telematiche definite con atto del Ministero entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del presente decreto.

Scarica qui le schede dettagliate

D_interm_13_01_2015_credito_imp_reti_imprese

Dec. intermin. 13_01_2015_credito_imp_e-comm.

 

You might also like

INTERREG EUROPE- POLITICHE DI SVILUPPO REGIONALE

Il bando promuove scambi di esperienze tra attori di rilevanza regionale. Scadenza: 13 Maggio 2016. Ambito territoriale: Europeo

SOSTEGNO ALLO SVILUPPO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

Promotore Regione Campania Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Settore di intervento L’intervento prevede la concessione di aiuti nella forma di contributo in conto capitale (a fondo perduto) a

PROMOZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI EUROPEI

Bando europeo a sostegno di azioni di informazione e promozione dei prodotti agricoli europei per progetti che rafforzino la competitività del settore agricolo, la consapevolezza dei consumatori e il riconoscimento