FESR BASILICATA 2014-2020: AGEVOLAZIONI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI

FESR BASILICATA 2014-2020: AGEVOLAZIONI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI

Agevolazioni per l’avvio di impresa, per programmi di sviluppo d’impresa attive da massimo cinque anni e per liberi professionisti.
Apertura: 15 dicembre 2016.
Ambito territoriale: Regione Basilicata

Programma FESR 2014-2020 – REGIONE BASILICATA
Settore di intervento Il primo pacchetto di bandi del programma FESR 2014-2020 della Regione Basilicata, diviso in tre misure, ha l’obiettivo di favorire e stimolare l’imprenditorialità lucana mediante il sostegno all’avvio ed allo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego attraverso agevolazioni in conto capitale. Sono ammissibili i progetti di impresa realizzati sul territorio della Regione Basilicata promossi nei settori dell’industria, della trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi alle imprese e alle persone, del commercio di beni e servizi, dell’artigianato, del turismo, della cultura, dell’intrattenimento, del sociale, dell’ITC.
Le tre misure sono state denominate:
Start and Go: dedicato alle micro e piccole imprese non ancora costituite o costituite da non più di 12 mesi;
Go and Grow: dedicato a micro, piccole e medie imprese costituite da massimo 5 anni;
Liberi professionisti Start and Grow dedicato a liberi professionisti, associazioni e società di professionisti mono/plurisettoriali con partita IVA aperta da non più di 5 anni e aspiranti professionisti (ancora senza partita IVA) e società di professionisti mono-plurisettoriali costituende.
1. START AND GO
Soggetti beneficiari Possono accedere alle agevolazioni le micro e piccole imprese
già costituite e iscritte nel Registro delle Imprese da non più di 12 mesi.
costituende e che si impegnino a costituirsi e a iscriversi nel Registro delle Imprese entro i termini di concessione delle agevolazioni.
Spese Ammissibili Le agevolazioni potranno essere richieste per:
– Spese generali, nel limite massimo del 10% dell’importo totale e possono riguardare spese notarili, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione dell’impresa;

– Spese connesse all’investimento materiale: suolo aziendale (massimo 10%), spese di acquisto di immobile ad esclusivo uso strumentale (massimo 20%), opere murarie ed assimilate e impianti comprese le spese di ristrutturazione nel limite massimo del 60%; macchinari, impianti specifici, attrezzature varie, arredi nuovi di fabbrica, hardware, nonché i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione. 
– Spese connesse all’investimento immateriale: acquisto di brevetti e licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate (massimo 20%), programmi informatici funzionali all’attività di impresa (massimo 30%), spese connesse all’acquisizione di certificazioni;
– Spese connesse all’acquisizione di servizi reali, nel limite massimo del 10% e fino ad un contributo massimo di € 16.000,00
– Spese di avvio: sono ammissibili ad agevolazione costi di avvio e gestione nel limite massimo del 20%.
Entità del contributo Il contributo minimo richiedibile è pari a € 20.000,00 e il contributo massimo non potrà superare € 100.000,00* e potrà coprire il 60% dei costi ritenuti ammissibili. 
*La concessione dei contributi avverrà in regime “de minimis”: la somma dell’importo degli aiuti ottenuti nell’esercizio finanziario in cui è concessa l’agevolazione e nei due esercizi finanziari precedenti non deve superare €200.000,00 per beneficiario. 
Su richiesta, sono concessi alle imprese beneficiarie servizi di tutoraggio tecnico-gestionale. Il valore di tale servizio è determinato per singola impresa si aggiunge all’importo del contributo massimo concedibile.
Dotazione finanziaria e Data di scadenza per-bando-start-and-goLa dotazione finanziaria complessiva è di € 7.000.000. I tempi di presentazione della domanda sono suddivisi in quattro finestre, ognuna delle quali prevede una dotazione finanziaria specifica. In merito alla selezione sono previsti criteri di priorità, comuni a tutte le misure del pacchetto.
Coloro che non rientreranno nella selezione per mancanza di fondi avranno la possibilità di ripresentare la domanda nelle finestre successive.
Bando e allegati  Qui la scheda dettagliata della misuramentre il bando completo e tutti gli allegati necessari alla presentazione della domanda cliccando qui.
2.GO AND GROW
Soggetti beneficiari Possono accedere alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro delle Imprese da più di 12 mesi e da non più di 5 anni.
Spese Ammissibili Le agevolazioni potranno essere richieste per:
– Spese generali, nel limite massimo del 10% dell’importo totale e possono riguardare spese notarili, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione dell’impresa;

– Spese connesse all’investimento materiale: suolo aziendale (massimo 10%), spese di acquisto di immobile ad esclusivo uso strumentale (massimo 20%), opere murarie ed assimilate e impianti comprese le spese di ristrutturazione nel limite massimo del 60%; macchinari, impianti specifici, attrezzature varie, arredi nuovi di fabbrica, hardware, nonché i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione. 
– Spese connesse all’investimento immateriale: acquisto di brevetti e licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate, connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa. Tali spese sono ammissibili alle agevolazioni in misura non superiore al 20% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione; programmi informatici funzionali all’attività di impresa (massimo 30%), spese connesse all’acquisizione di certificazioni;
Entità del contributo Il contributo è concedibile tra un minimo di € 30.000,00 e un massimo di € 250.000,00. L’intensità massima di aiuto per le spese è:
– micro e piccole imprese pari al 45% delle spese ammesse ad agevolazione,
– medie imprese pari al 35% delle spese ammesse ad agevolazione. 
L’impresa beneficiaria dovrà apportare un contributo finanziario pari ad almeno al 25% dei costi ammissibili in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico.
Dotazione finanziaria e Data di scadenza date-e-dotazione-go-and-growLa dotazione finanziaria è pari a € 10.000.000 ripartita tra le diverse valutazioni intermedie. I tempi di presentazione della domanda sono suddivisi in quattro finestre, ognuna delle quali prevede una dotazione finanziaria specifica. In merito alla selezione sono previsti criteri di priorità, comuni a tutte le misure del pacchetto.
Coloro che non rientreranno nella selezione per mancanza di fondi avranno la possibilità di ripresentare la domanda nelle finestre successive.
Bando e allegati Qui la scheda informativa della misuramentre il bando completo e tutti gli allegati necessari alla presentazione della domanda cliccando qui.
3. LIBERI PROFESSIONISTI START AND GROW
Soggetti beneficiari Possono partecipare al bando:
liberi professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 5 anni
persone fisiche, non ancora in possesso di una partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare.
associazione tra professionisti mono e multidisciplinari e società tra professionisti mono e multidisciplinari costituite da non più di 5 anni
società tra professionisti mono e multidisciplinari costituende.
Spese Ammissibili Le agevolazioni potranno essere richieste per:
– Spese generali, nel limite massimo del 10% dell’importo totale e possono riguardare spese notarili, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione dell’impresa;

– Spese connesse all’investimento materiale: spese di acquisto di immobile ad esclusivo uso strumentale (massimo 15%), opere murarie ed assimilate e impianti comprese le spese di ristrutturazione nel limite massimo del 40%; macchinari, impianti specifici, attrezzature varie, arredi nuovi di fabbrica, hardware. 
– Spese connesse all’investimento immateriale: acquisto di brevetti e licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate in misura non superiore al 20%; programmi informatici funzionali all’esercizio dell’attività professionale (massimo 30%), spese connesse all’acquisizione di certificazioni;
-Spese connesse all’acquisizione di servizi reali, nel limite massimo del 7% del programma di investimento ammissibile e comunque fino ad un importo complessivo massimo ammissibile ad agevolazione di €10.000,00
-Spese di avvio (solo per gli aspiranti professionisti/società costituende o professionisti/associazioni/società con partiva IVA non superiore a 24 mesi), sono ammissibili costi di avvio e gestione.
Entità del contributo Il contributo richiedibile è di minimo € 10.000,00 e massimo di euro € 40.000,00, l’intensità massima di aiuto per le spese è pari al 50%.
*La concessione dei contributi avverrà in regime “de minimis”: la somma dell’importo degli aiuti ottenuti nell’esercizio finanziario in cui è concessa l’agevolazione e nei due esercizi finanziari precedenti non deve superare €200.000,00 per beneficiario.
Dotazione finanziaria e Data di scadenza liberi-professionistiLa dotazione finanziaria complessiva della misura è pari a € 5.000.000,00 I tempi di presentazione della domanda sono suddivisi in quattro finestre, ognuna delle quali prevede una dotazione finanziaria specifica. In merito alla selezione sono previsti criteri di priorità, comuni a tutte le misure del pacchetto. Coloro che non rientreranno nella selezione per mancanza di fondi avranno la possibilità di ripresentare la domanda nelle finestre successive.
Bando e allegati  Qui la scheda dettagliata della misuramentre il bando completo e tutti gli allegati necessari alla presentazione della domanda cliccando qui.
INFORMAZIONI GENERALI
Criteri di priorità Il pacchetto di bandi prevede criteri di priorità d’accesso alle agevolazioni (finalizzato a conseguire l’ordine istruttorio):
Requisiti soggettivi del soggetto proponente: progetti imprenditoriali proposti da giovani qualificati, progetto imprenditoriale proposto da giovani (impresa giovanile). Per impresa “giovanile” si intende l’impresa in cui il titolare abbia un’età compresa tra i 18 e i 40 anni (non superati), progetti imprenditoriali proposti da imprese a prevalenza femminile, progetti imprenditoriali proposti da soggetti inoccupati, disoccupati, o provenienti dalla platea degli ammortizzatori sociali, disabili. 
Validità tecnica del progetto di impresa proposto,
Validità finanziaria del progetto di impresa proposto,
Maggiore compartecipazione finanziaria privata.
Qui i documenti di dettaglio con i criteri di priorità e relativi punteggi di Start and Go, Go and Grow, Liberi Professionisti Start and Grow.
Modalità di presentazione delle domanda La procedura di presentazione delle domande di agevolazione è a sportello telematico che sarà aperto a partire dalle ore 8.00 del giorno 15/12/2016 e fino alle ore 20.00 del giorno 29/12/2017.  La procedura di presentazione delle istanze alle agevolazioni prevede le seguenti fasi:
a) I soggetti richiedenti devono possedere obbligatoriamente un indirizzo di posta elettronica certificata e un certificato di firma digitale;
b) La partecipazione all’Avviso sarà possibile accedendo alla piattaforma informatica “Centrale Bandi” tramite connessione al sito istituzionale: www.regione.basilicata.it nella sezione “Avvisi e Bandi”.
Nei 2 giorni naturali e consecutivi successivi alla data di chiusura ufficiale di ciascuna valutazione intermedia sarà pubblicato, sul portale della Regione Basilicata, l’elenco provvisorio delle sole istanze istruibili che secondo l’ordine progressivo conseguito con i punteggi auto attribuiti rispetto ai criteri di priorità, rientrano nella dotazione finanziaria assegnata alla valutazione intermedia di riferimento. 

You might also like

PON IMPRESE E COMPETITIVITÀ – PMI

Di prossima uscita due bandi per Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale. Scadenza: In attesa di pubblicazione Ambito territoriale: Regioni meno sviluppate e Regioni in transizione

PROMOZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI EUROPEI

Bando europeo per la promozione dei prodotti agricoli europei per progetti pluriennali che rafforzino la competitività del settore agricolo europeo, la consapevolezza dei consumatori e il riconoscimento dei regimi di

BIO BASED INDUSTRIES

Programma di Ricerca e Innovazione per rafforzare l’industria europea basata sul “bio”. Scadenza: 15 settembre 2016. Ambito territoriale: Europeo