BANDI SVILUPPO RURALE – PSR REGIONE CAMPANIA 2014-2020

BANDI SVILUPPO RURALE – PSR REGIONE CAMPANIA 2014-2020

Aperte 14 misure relative al Fondo di Sviluppo Agricolo regionale della Campania 2014-2020
Scadenza: VARIE TRA IL 10 AGOSTO E IL 30 SETTEMBRE 2017.
Ambito territoriale: Regione Campania

Programma PSR REGIONE CAMPANIA 2014-2020
Specifiche bandi La Regione Campania ha pubblicato i bandi di attuazione delle seguenti tipologie di intervento del PSR Campania 2014-2020, per un importo complessivo di Euro 154, 5 milioni:

BANDI DEDICATI AD ENTI PUBBLICI  – Scadenza: 12.09.2017

Tipologia 7.2.2 – Investimenti finalizzati alla realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili
Beneficiari: Enti pubblici, in forma singola o associata (Comuni – Unioni di Comuni – Enti Parco – Consorzi di Bonifica – Comunità Montane).
Cosa Finanzia: Nuovi impianti pubblici di cogenerazione e/o trigenerazione comprensivi delle reti di teletermia di distribuzione del calore alimentati con biomassa di seconda generazione, ossia proveniente da residui e scarti delle relative attività (filiera ligno-cellulosica e/o del biogas); energia solare; Inoltre, in misura non superiore al 40% dell’importo richiesto, ed in aggiunta alla realizzazione dell’impianto di cogenerazione e/o trigenerazione, sono realizzabili opere per la consegna dell’energia prodotta al soggetto gestore della rete elettrica che non rientrano, a norma di legge, nelle competenze dello stesso; sistemi di distribuzione intelligente dell’energia (smart grid) prodotta con gli impianti ed interventi integrati di risparmio; interventi di miglioramento dei manufatti e delle opere anche edili necessari alla funzionalità degli interventi sopra descritti. 
Entità del Contributo: l’intervento deve ricadere nelle macroaree  C o D del PSR Campania 2014-2020 e avere un importo minimo di € 50.000,00 (IVA inclusa) ed un importo massimo finanziabile di € 500.000,00 (IVA inclusa);

Tipologia 7.4.1 – Investimenti per l’introduzione, il miglioramento, l’espansione di servizi di base per la popolazione rurale
Beneficiari: Il bando è riservato ai seguenti Enti pubblici, in forma singola o associata: Comune; Azienda sanitaria; Azienda Ospedaliera; Altri Enti sanitari
Cosa Finanzia: Investimenti per la ristrutturazione e/o l’ampliamento di edifici per l’erogazione di servizi socio-assistenziali, socio-sanitari, socio-culturali  
Entità del Contributo:
 fino a 500.000,00 euro per interventi su edifici esistenti (anche da ampliare) per l’erogazione di servizi socio-assistenziali o socio-sanitari; 200.000,00 euro per interventi su edifici esistenti (anche da ampliare) per l’erogazione di servizi socio-culturali. L’intervento deve ricadere nelle macroaree C o D del PSR Campania 2014-2020;

Tipologia 7.5.1 – Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e turistiche su piccola scala 
Beneficiari: Enti pubblici (Comuni, Comune in qualità di soggetto capofila dell’Ambito territoriale turistico omogeneo ai sensi della L.R. n. 18/2014, Consorzi di bonifica, Enti parco, Soggetti gestori delle reti Natura 2000)in forma singola o associata.
Cosa Finanzia: Il bando mira a sostenere investimenti pubblici, su piccola scala, tesi allo sviluppo di itinerari turistici e ricreativi del patrimonio culturale, rurale, naturale e storico della Regione, e alla promozione e valorizzazione del territorio dal punto di vista turistico. 
Entità del Contributo: o “investimenti materiali”, non superiori a 200.000,00 euro IVA inclusa, riferiti alla spesa ammissibile indicata nella domanda di partecipazione, su un bene immobile, costituiti da opere, impianti e installazioni permanenti.


BANDI DEDICATI AD AGRICOLTORI, ASSOCIAZIONI DI AGRICOLTORI/PRODUTTORI ED ENTI GESTORI:

Tipologia 3.1.1 – Sostegno alla nuova adesione ai regimi di qualità  Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Agricoltori singoli/Associazioni di agricoltori
Cosa Finanzia: L’operazione sostiene gli agricoltori e loro associazioni che partecipano per la prima volta aderendo a regimi di qualità certificata attraverso la concessione di contributi per la copertura di costi di certificazioni e di analisi eseguite al fine della prima partecipazione ai suddetti regimi.
Entità del Contributo: Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale pari al 100% dei costi ammissibili derivanti dalla prima partecipazione ai sistemi di qualità. L’importo massimo concedibile è di € 3.000,00 per beneficiario e per anno solare, per un periodo massimo fino a cinque anni.

Tipologia 3.2.1 – Sostegno per attività di informazione e promozione svolte da associazioni di produttori nel mercato interno    Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Associazioni di produttori
Cosa Finanzia: realizzazione di azioni di informazione e promozione riguardanti i prodotti agricoli e alimentari che rientrano tra i regimi di qualità di cui all’articolo 16 del Reg. (UE) n. 1305/2013
Entità del Contributo: L’importo complessivo deve essere uguale o superiore a 30.000€ e inferiore o uguale a 700.000€;  La percentuale di aiuto in conto capitale è al 70% della spesa ammissibile

Tipologia 4.4.1 – Prevenzione dei danni da fauna  – Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Agricoltori Singoli o Associati, Proprietari, Gestori del Territorio (Enti Pubblici)
Cosa Finanzia:
 La tipologia di intervento prevede la concessione di aiuti finanziari per la realizzazione di tre interventi: recinzioni perimetrali per la prevenzione dai danni da predazione da lupi, recinzioni perimetrali per la prevenzione dai danni da cinghiale, recinzioni individuali “shelter” in materiale plastico
Entità del Contributo: Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile. L’intensità del sostegno è fissata nella misura del 100% della spesa ammissibile di progetto, per un importo massimo di € 150.000,00. L’importo massimo è elevato a euro 300.000,00 nel caso in cui il beneficiario sia un ente pubblico o una associazione di imprese o di enti gestori.

Tipologia 4.4.2 – Creazione e/o ripristino e/o ampliamento di infrastrutture verdi e di elementi del paesaggio agrario  – Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Agricoltori Singoli o Associati, Proprietari, Gestiori del Territorio (Enti Pubblici), Consorzi di bonifica 
Cosa Finanzia:
Ripristino e conservazione degli habitat naturali e seminaturali nonché della flora e della fauna selvatiche di interesse dell’Unione, nonché di specifici elementi del paesaggio agrario, attraverso la realizzazione di interventi di creazione e/o ripristino e/o ampliamento di infrastrutture verdi e di specifici elementi del paesaggio in aree degradate e/o coltivate. A questo scopo la tipologia di intervento si rivolge in particolare alle zone appartenenti alla Rete regionale Natura 2000 o ad altre zone di grande pregio naturale.
Entità del Contributo
: L’intensità del sostegno è fissata nella misura del 100% della spesa ammissibile di progetto, per un importo massimo di 300.000,00 euro. L’importo massimo è elevato a euro 750.000,00 nel caso in cui il beneficiario sia un ente pubblico o una associazione di imprese o di enti gestori.

Tipologia 5.1.1 – Prevenzione danni da avversità atmosferiche e da erosione suoli agricoli in ambito aziendale ed extra-aziendale (Azione A – Riduzione dei danni da avversità atmosferiche sulle colture e del rischio di erosione in ambito aziendale)  – Scadenza: 15.09.2017
Beneficiari: Agricoltori o associazioni di agricoltori
Cosa Finanzia: realizzazione di investimenti aziendali destinati alla riduzione dei danni da grandine sulle produzioni agrarie, attraverso il finanziamento di interventi aziendali tesi a dotare le aziende di impianti antigrandine; prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico del suolo, attraverso il finanziamento di opere di ingegneria naturalistica (viminate, fascinate e palizzate) e/o canali di scolo, tese alla difesa e tutela del territorio. 
Entità del Contributo: La spesa complessiva ammissibile a contributo deve essere compreso tra un minimo di € 10.000,00 ed un massimo di € 200.000,00 di spesa per singolo beneficiario. La percentuale di sostegno è pari al 80%

Tipologia 6.4.1 – Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole   – Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: imprenditore agricolo, singolo o associato
Cosa Finanzia: Ristrutturazione, riadattamento, risanamento conservativo, riqualificazione funzionale di volumetrie aziendali per: Alloggio e/o ristorazione, Attività didattiche, Attività sociali (ospitalità aziendale a favore di anziani, bambini in età prescolare, ospiti diversamente abili), Attività di custodia, pensione e servizi per animali domestici.
Investimenti per la sistemazione di superfici aziendali: Agricampeggio, Aree verdi attrezzate, Acquisto di arredi ed attrezzature funzionali alle attività da implementare 

Entità del Contributo: Il contributo non potrà eccedere i 200.0000 euro, pari al 75% dei costi ammissibili.

BANDI DEDICATI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI/CONSORZI:

Tipologia 9.1.1 – Costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori nei settori agricoli e forestale  – Scadenza: 30.09.2017
Beneficiari: Il sostegno è concesso alle AOP e OP ufficialmente riconosciute dalla Regione Campania che possiedono caratteristiche di Piccole Medie Imprese (PMI) 
Cosa Finanzia: 
promuovere, con tutte le forme possibili, la nascita di Associazioni di Organizzazioni di Produttori (AOP) e Organizzazioni di Produttori (OP) 

Entità del Contributo: Massimo importo è di € 100.000,00 annui, e secondo specifiche da bando.

Tipologia 16.1.1 – Sostegno per costituzione e funzionamento dei Gruppi Operativi (GO) del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura / Azione 1 – Promuovere la costituzione e il funzionamento di GO affinché possano sviluppare un Progetto Operativo di Innovazione (POI)  – Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Team di Progetto costituiti da soggetti interessati quali agricoltori, ricercatori, consulenti e imprenditori del settore agroalimentare, operatori forestali pertinenti ai fini del conseguimento degli obiettivi del PEI, con obbligo di presenza di almeno un’azienda agricola localizzata nel territorio regionale
Cosa Finanzia: L’azione sostiene la realizzazione di studi, di indagini e attività volte all’implementazione di un Progetto Operativo di Innovazione (POI) a partire dalla Proposta di Innovazione. 
Entità del Contributo:
L’importo richiedibile è minimo 15.000,00 euro ed massimo di 50.000,00 euro. 

Tipologia 16.5.1 – Azioni congiunte per la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento ad essi e per pratiche ambientali in corso – Scadenza: 10.08.2017 
Beneficiari: partenariato costituito da imprese agricole e/o forestali, anche sotto forma di reti di imprese, organizzazioni di produttori, cooperative agricole, consorzi e da almeno un soggetto fra le seguenti categorie: associazioni rappresentative di interessi diffusi e collettivi nel cui statuto sono previste finalità di tutela dell’ambiente e/o del patrimonio culturale; enti pubblici territoriali della Campania; enti di ricerca.
Cosa Finanzia: azioni per realizzare accordi di cooperazione tra imprese agricole e/o forestali ed altri soggetti pubblici e privati per attuare “progetti collettivi” finalizzati al raggiungimento di obiettivi ambientali in regione Campania. Temi: Biodiversità naturalistica e agraria, Protezione del suolo e riduzione del dissesto idrogeologico, Gestione e tutela delle risorse idriche, Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca prodotte in agricoltura, Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale
Entità del Contributo:
Il contributo massimo erogabile è pari a 100.000,00 euro pari al 70% delle spese ammissibili. 

Tipologia 16.9.1 – Agricoltura sociale, educazione alimentare, ambientale, in aziende agricole, cooperazione con soggetti pubblici/privati
Azione A – Costituzione di partenariati e redazione di un piano di interventi nell’ambito o negli ambiti prescelti;
Azione B – Costituzione e operatività di partenariati per la realizzazione di un progetto finalizzato alla diversificazione delle attività dell’impresa agricola negli ambiti prescelti)
 – Scadenza: 12.09.2017
Beneficiari: Partenariato costituito da imprese agricole, anche sotto forma di reti di imprese, cooperative agricole, consorzi, e altri soggetti pubblici e privati interessati: fattorie sociali, associazioni, organizzazioni professionali e sindacali, fondazioni, enti pubblici, organismi di consulenza, soggetti del terzo settore, ed altri soggetti riconosciuti funzionali allo svolgimento del progetto (fattorie didattiche e agriturismi). Il partenariato è in forma di Associazione Temporanea di Scopo (ATS),
Cosa Finanzia: Descrizione dell’azione A: Sostiene la costituzione del partenariato, il suo funzionamento e la realizzazione di un piano di interventi consistente nello studio e nell’analisi dei fabbisogni del territorio e delle comunità coinvolte, le possibili forme di integrazione dei soggetti, la proposizione di idee innovative e coordinate, l’elaborazione di nuovi modelli organizzativi negli ambiti oggetto dell’intervento.

Descrizione dell’azione B: Sostiene la costituzione del partenariato, il suo funzionamento e l’attuazione del progetto, quale la diversificazione delle attività agricole negli ambiti dell’agricoltura sociale, dell’educazione alimentare e ambientale, anche attraverso l’attuazione di idee innovative o di nuovi modelli organizzativi negli ambiti oggetto dell’intervento.  
Entità del Contributo:
Il costo totale massimo per intervento richiedibile è di 40.000 euro per l’Azione A e 70.000 euro annui per l’Azione B per un massimo di tre anni (durata massima dei progetti). L’aliquota di sostegno è pari all’80% 

Progetto collettivo di sviluppo rurale – Mette insieme il sostegno previsto per gli interventi pubblici di riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali
Tipologia d’intervento 7.6.1 – Operazione B: Riqualificazione del patrimonio rurale architettonico dei borghi rurali,
Intervento B-1: Recupero dei borghi rurali
Con gli incentivi a favore dei privati per la diversificazione economica in ambito extra­-agricolo (Tipologia d’intervento 6.4.2)
 – Scadenza: 18.09.2017
Beneficiari: Per gli interventi pubblici:
7.6.1.B1: Comuni la cui popolazione residente risulti inferiore e/o uguale ai 5000 abitanti (dati ISTAT aggiornamento dell’ultimo censimento 2011) ricadenti nelle Macroaree C e D.
Per gli interventi privati relativi alla T.I.6.4.2 Microimprese e piccole imprese che forniscono servizi alla persona sotto qualsiasi forma giuridica, nell’ambito del settore turistico, artigianale e commerciale sociale, e nell’ambito del settore dei servizi, tutte aventi sede di realizzazione dell’investimento e unità tecnico economica nel borgo rurale del comune che partecipa al Progetto Collettivo;
persone fisiche e società che avviano e/o implementano attività extra agricole, nell’ambito del settore turistico, commerciale ed artigianale, e nell’ambito del settore dei servizi anche sociale, tutte aventi sede di realizzazione dell’investimento e unità tecnico economica (sede operativa) nel borgo rurale del comune che partecipa al Progetto Collettivo. 
Cosa Finanzia: Gli interventi pubblici, realizzabili esclusivamente da amministrazioni comunali e sostenuti dal piano finanziario della T.I. 7.6.1.B1, riguarderanno: spazi aperti; viabilità rurale storica; fabbricati tipici dell’architettura rurale del luogo o da rendere architettonicamente coerenti ai primi, tra cui anche quelli da adibire o adibiti ad attività socialmente utili (incluso l’housing sociale) e attività promozionali di proprietà comunale; facciate, incluse quelle di edifici privati, purché non interessati ad attività produttive oggetto di domanda di sostegno. In particolare, il recupero di facciate di edifici privati, prospicienti strade, piazze di maggiore interesse dell’area del Borgo delimitata dal Comune, può essere inserito tra gli interventi della T.I. 7.6.1. B1 del progetto pubblico se finalizzato a migliorare il decoro urbano recuperando lo stile architettonico tipico dei luoghi oggetto di intervento. 

Gli interventi privati destinati a soggetti che vogliono creare e/o implementare attività produttive, trovano copertura con risorse finanziarie afferenti alla Tipologia di Intervento 6.4.2.,e riguardano principalmente attività produttive che possono concorrere al miglioramento della fruibilità del territorio rurale e/o alla fornitura dei servizi anche turistici ai fini dell’ospitalità diffusa quali: attività artigianali, attività turistiche, attività commerciali, attività di servizi alla persona soprattutto nel settore sociale
Entità del Contributo: 
La spesa massima ammissibile per il recupero del borgo rurale è fissata in € 1.000.000,00, IVA inclusa, L’aliquota del contributo è pari al 100% della spesa ammissibile.

ll contributo massimo ammissibile per singolo progetto è fissato in € 100.000,00, pari al 75% ,
La quota massima finanziabile totale per gli interventi relativi alla T.I. 6.4.2 per ogni singolo Progetto Collettivo non potrà superare € 700.000,00.
Pertanto, non sarà ammesso il Progetto Collettivo che non rispetta la quota massima di importo totale di contributo pari a € 1.700.000,00

 Specifiche  Consulta il documento relativo alle macroaree Regione Campania
Presentazione della domanda Possono essere richieste informazioni esclusivamente a mezzo PEC al seguente indirizzo: uod.500703@pec.regione.campania.it .
Clicca qui per avere maggiori informazioni.

You might also like

CREATIVE CLUSTERS – BENI CULTURALI E TURISMO DELLA CITTA’ DI POMPEI

Avviso di selezione di idee innovative nel settore dei beni culturali della città di Pompei. Scadenza: 5 ottobre 2015 Ambito territoriale: Regione Campania Promotore Sviluppo Campania Settore di intervento “Creative Clusters

ISI – AGRICOLTURA 2016

Incentivi alle imprese agricole per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle

BANDO PER PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE AREE URBANE DEGRADATE

Bando per presentazione di proposte per la predisposizione del piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. Scadenza: 30 novembre 2015. Ambito territoriale: Nazionale