BANDO PER PROGETTI DI RICERCA DEDICATI A RIFIUTI NON SERVITI DA FILIERA DI GESTIONE

BANDO PER PROGETTI DI RICERCA DEDICATI A RIFIUTI NON SERVITI DA FILIERA DI GESTIONE

Il bando finanzia progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale finalizzati ad incentivare l’ecodesign dei prodotti e la corretta gestione dei relativi rifiuti.
Scadenza: 12 settembre 2018.
Ambito territoriale: Italia

Programma  MINISTERO DELL’AMBIENTE
Settore di intervento
Il bando finanzia progetti di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale finalizzati ad incentivare l’ecodesign dei prodotti e la corretta gestione dei relativi rifiuti favorendo l’allungamento del ciclo di vita del prodotto e lo sviluppo di tecnologie per la prevenzione, il recupero, il riciclaggio ed il trattamento di categorie di rifiuti attualmente non servite da un’adeguata filiera di gestione e pertanto destinate a smaltimento.
A solo titolo esemplificativo e non esaustivo, rientrano tra queste categorie:
rifiuti urbani pericolosi (RUP), come: vernici, farmaci scaduti, cartucce d’inchiostro e toner, ecc.;
rifiuti da prodotti igienici assorbenti, anche provenienti da utenze speciali, quali ad esempio case di cura, ospedali, ecc.;
altri rifiuti da beni usa e getta, come ad esempio: pennarelli, CD, accendini, rasoi, mozziconi di sigaretta, ecc.;
rifiuti costituiti da plastiche dure non da imballaggio, come ad esempio: giocattoli, utensili, ecc..
Soggetti beneficiari Sono ammessi a partecipare al bando organismi di ricerca singoli o associati, anche in forma temporanea, con altri soggetti pubblici o privati operanti nella filiera di gestione dei rifiuti. Quest’ultimi possono essere, a titolo esemplificativo: produttori di beni, enti e imprese coinvolte nelle operazioni di trattamento, recupero e riciclaggio dei rifiuti, associazioni di categoria, comuni, ecc.
Tipologia di progetti Obiettivo dell’iniziativa è la prevenzione e la riduzione degli impatti negativi derivanti dall’attuale gestione dei rifiuti non serviti da filiera attraverso l’incentivazione di un uso efficiente ed ecocompatibile delle risorse (materie prime), con particolare attenzione alla prevenzione, al recupero, al riciclaggio ed all’ottimizzazione del ciclo di vita dei materiali, mediante:
-lo sviluppo ed il potenziamento della circolarità nella gestione dei rifiuti, favorendo l’effettivo reimpiego degli stessi in nuovi cicli produttivi in sostituzione della materia prima vergine;
-l’ecodesign dei prodotti, al fine di incentivare l’utilizzo di materiali riciclati e facilitare l’industrializzazione dello smontaggio, la separazione delle singole componenti e l’avvio a riciclo delle matrici materiali;
-l’incentivazione della riproduzione su scala industriale di tecnologie innovative e sostenibili dal punto di vista ambientale per il trattamento di materiali provenienti da prodotti complessi (multimateriali o compositi) a fine vita, favorendo l’adozione da parte del sistema industriale dei materiali così ottenuti per il loro riutilizzo nel ciclo produttivo di prodotti nuovi;
-l’incentivazione della gestione delle suddette categorie di rifiuti che prevede la possibilità di adottare le modalità ed i criteri di introduzione della “responsabilità estesa del produttore” del prodotto, inteso come qualsiasi persona fisica o giuridica che professionalmente sviluppi, fabbrichi, trasformi, tratti, venda o importi prodotti, nell’organizzazione del sistema di gestione dei rifiuti e nell’accelerazione dei prodotti restituiti e dei rifiuti che restano dopo il loro utilizzo.
La durata dei progetti presentati per il finanziamento non è inferiore a 12 mesi e non superiore a 24 mesi. Nei casi in cui il progetto preveda la realizzazione di prototipi, la sperimentazione relativa alle prestazioni degli stessi e la validazione dei risultati, la durata massima potrà essere di 36 mesi.
Dotazione e Finanziamento Il contributo per ciascuna iniziativa non può essere inferiore ad Euro 100.000,00 e superiore ad Euro 300.000,00, e la percentuale massima di contributo è pari al 50% delle spese ammissibili.
Le risorse destinate al bando ammontano a complessivi 1,1 milioni di Euro.
Scadenza e Modalitá di presentazione  I progetti devono essere inviati entro e non oltre 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando (12 settembre 2018). L’invio dovrà avvenire esclusivamente per via telematica, all’indirizzo PEC: dgrin@pec.minambiente.it (max 30 megabite) e riportare nell’oggetto la dicitura: “Bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca volti allo sviluppo di tecnologie per la prevenzione, il recupero, il riciclaggio ed il trattamento di rifiuti non rientranti nelle categorie già servite da consorzi di filiera” Ai fini dell’accertamento del rispetto del termine fa fede unicamente la data di avvenuta consegna dell’istanza da parte del sistema PEC (posta elettronica certificata) del Ministero Qui maggiori informazioni.

Scarica qui il bando, formulario e criteri di valutazione:
bandoTECNOLOGIE_giu2018_dg_RIN

You might also like

FONDI PER ENERGIE RINNOVABILI IN MOLISE

Concessione di contributi per la realizzazione di intereventi di efficientamento energetico di edifici pubblici e utenze energetiche pubbliche. Scadenza: 20 dicembre 2015 Ambito territoriale: Molise

WI-FI GRATUITO NEI PICCOLI COMUNI

Bando per l’accesso a Internet di alta qualità Pubblicazione bando: fine 2017/inizio 2018

INCENTIVI ALLE PMI

Contributi, sotto forma di garanzia reale e contributo in conto interessi, destinati a piccoli e medi imprenditori per nuovi investimenti Scadenza: 31 dicembre 2016 Ambito territoriale: Nazionale