I FONDI EUROPEI PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

I FONDI EUROPEI PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

I principali programmi europei, le relative azioni e i progetti finanziabili, a sostegno dell’economia circolare.

SME INSTRUMENT

Lo “SME Instrument” é il programma dell’UE per industrializzare e commercializzare un’idea, un progetto innovativo delle PMI, sostiene lo sviluppo e l’applicazione di tecnologie, nuovi modelli di business e di organizzazione aziendale. Sono 730 i milioni di euro per il 2016-17. I settori connessi all’economia circolare sono:
– Nanotecnologie e tecnologie avanzate (da applicare al processo di produzione e ai materiali)
– Biotecnologie (incluso applicazione in ambito medico)
– Agricoltura, silvicoltura e agroalimentare (sviluppo di sistemi di produzione sostenibili e con uso efficiente delle risorse, favorendo catene di approvvigionamento, trasformazione e commercializzazione competitive e basse emissioni di carbonio)
– Crescita Blu (come biotecnologie marine, pesca, acquacoltura marina e di acqua dolce, compresa la produzione e la trasformazione di mangimi e alimenti).
– Efficienza energetica (in particolare prodotti e servizi ad alta efficienza energetica, energia da fonti rinnovabili, cattura e stoccaggio del carbonio e il riutilizzo, combustibili alternativi e fonti energetiche mobili)
– Trasporti e mobilità (sviluppo di nuovi servizi, prodotti, processi, tecnologie, sistemi e loro combinazioni che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi di trasporto e mobilità europea sostenibili ed intelligenti)
– Clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime (idee, prodotti, processi, servizi e modelli di business per la commercializzazione sia in un contesto business-to-business che business-to-customers)
– Modelli innovativi di business delle PMI (innovazione del modello di business, nei settori tradizionali e nuovi, garantendo stili di vita più sostenibili per i cittadini europei, in particolare nelle città, e un’economia più collaborativa)

Bandi aperti e scadenze
Le domande di finanziamento possono essere presentate in qualsiasi momento, ma la valutazione dei progetti è programmata secondo quattro scadenze annuali.
Tutti i dettagli qui: SME INSTRUMENT

PROGRAMMA LIFE

Il Programma LIFE sostiene diverse tipologie di progetti, promossi da Enti pubblici, Associazioni e Imprese. Gli ambiti vicini all’economia circolare sono:
– Sviluppo sostenibile e nuovi modelli di consumo sostenibile;

– Condivisione delle conoscenze sulle migliori soluzioni e buone pratiche ambientali;
– Sviluppo e attuazione della legislazione in materia di Natura e Biodiversità
– Approcci integrati per l’attuazione dei piani e programmi in materia di ambiente, soprattutto nei settori:
Acqua: garantire la sostenibilità delle attività economiche in ambiente marino, prevenire e ridurre i rifiuti marini o contaminanti microbici, erogazione efficiente dei servizi idrici, riciclo o recupero dell’acqua;
Rifiuti: ridurre la produzione di rifiuti, massimizzare il riciclaggio e il riutilizzo, limitare l’incenerimento di materiali non riciclabili e lo smaltimento in discarica, prevenzione, riutilizzo, riciclo e raccolta differenziata, eco-design;
Efficienza nell’uso delle risorse: nuovi modelli di business per un uso efficiente delle risorse, incentivi alle prestazioni ambientali, acquisti verdi, migliore gestione del suolo;
Ambiente e salute: nuovi metodi per ridurre l’impatto delle sostanze chimiche, del rumore e degli incidenti industriali sull’ambiente e sulla salute umana, migliorare l’uso dei dati del monitoraggio chimico, introduzione di Low Emission Noise Zone;
Qualità dell’aria ed emissioni: aumentare la qualità delle applicazioni della combustione da biomassa, ridurre le emissioni di ammoniaca e PM dell’agricoltura, sviluppare e testare le tecniche di prevenzione dell’inquinamento e di abbattimento delle emissioni industriali, pianificazione e progettazione urbana sostenibile in materia di trasporto pubblico urbano e mobilità, edilizia sostenibile, efficienza energetica e conservazione della biodiversità urbana

– Sviluppo e attuazione della politica sul clima e delle politiche relative all’uso del suolo, la conservazione dei pozzi naturali di carbonio, la produzione industriale intensiva di energia e gas a effetto serra, il sistema di scambio delle emissioni, riduzione delle emissioni di gas serra, la cattura e stoccaggio del carbonio, le energie rinnovabili, l’efficienza energetica, trasporti e combustibili, protezione dello strato di ozono. I programmi da attuare riguardano:
Industrie ad alta intensità energetica (innovazione industriale verso tecnologie a bassa emissione di carbonio )
Ripristino dello strato di ozono (sostituire le sostanze dannose per l’ozono -ODS- con alternative eco-compatibile)
Uso del territorio, variazione della destinazione d’uso e la silvicoltura (soluzioni innovative che affrontano i problemi del cambiamento climatico causato dal degrado del suolo nelle sue varie forme).

Bandi aperti e scadenze
Il termine orientativo previsto per la presentazione delle domande varia a seconda del sottoprogramma, per il 2017 non si hanno ancora le date di apertura e chiusura.
Qui il bando 2016:  PROGRAMMA LIFE

HORIZON 2020

Il programma Horizon 2020 è lo strumento di finanziamento per la ricerca scientifica e l’innovazione e tecnologica che portino un significativo impatto sulla vita dei cittadini europei. Possono partecipare tutte le persone fisiche o giuridiche (es. imprese, piccole o grandi, enti di ricerca, università, ONG, ecc.)
65 miliardi di euro dal 2014 al 2020 per azioni e progetti nei seguenti ambiti:

– Sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima nonché bioeconomia: l’obiettivo è garantire un sufficiente approvvigionamento di prodotti alimentari sicuri e di elevata qualità e prodotti di origine biologica, sviluppando sistemi di produzione basati su un uso efficiente delle risorse, promuovendo i servizi ecosistemici correlati, congiuntamente a catene di approvvigionamento competitive e a basse emissioni di carbonio. Interviene in settori quali:
Agricoltura e silvicoltura sostenibili (per assicurare una produzione alimentare sostenibile e garantire una gestione sostenibile delle risorse naturali) riducendo al minimo l’impatto relativo sulla salute e sull’ambiente e l’intera catena alimentare.
Risorse acquatiche viventi (ottimizzare il contributo sostenibile della pesca e dell’acquacoltura alla sicurezza alimentare, promuovere l’innovazione attraverso le biotecnologie blu e la promozione della ricerca marina e marittima trasversale e sfruttare il potenziale di oceani, mari e coste europee per l’occupazione e la crescita.
Bioindustrie sostenibili e competitive (trasformazione dei processi e dei prodotti industriali convenzionali in quelli a base biologica ecocompatibili.
– Energia sicura, pulita ed efficiente: l’obiettivo è riuscire a transitare verso un sistema energetico affidabile, sostenibile e competitivo. Interviene in settori quali:
Consumo di energia e le emissioni di carbonio (ricerca e sperimentazione su larga scala di nuovi concetti, sistemi tecnologici con intelligenza integrata, energie rinnovabili per il riscaldamento e il raffreddamento, industrie altamente efficienti e soluzioni di efficienza energetica);
Energia elettrica a basso costo e a basse emissioni (ricerca, sviluppo e dimostrazione su scala reale di fonti energetiche rinnovabili e tecnologie innovative per la cattura e lo stoccaggio del carbonio);
Adozione delle innovazioni in campo energetico (innovazioni applicate, al fine di agevolare l’adozione da parte del mercato delle tecnologie e dei servizi, al fine di abbattere gli ostacoli non tecnologici e ad accelerare un’attuazione efficiente in termini di costi delle politiche energetiche europee)
-Trasporti intelligenti, verdi e integrati: realizzare un sistema di trasporto europeo efficiente sotto il profilo delle risorse, rispettoso dell’ambiente, sicuro e regolare a vantaggio dei cittadini, dell’economia e della società. L’Obiettivo specifico è lo sviluppo di apparecchiature intelligenti, infrastrutture e servizi, miglioramento della mobilità di persone e merci, sviluppo di nuovi concetti di trasporto.
-Azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime: raccoglie una vasta gamma di attività mirate a creare un’economia ed una società sostenibili, efficienti sul piano delle risorse e resilienti al cambiamento climatico, con il fine ultimo di mantenere il riscaldamento medio globale sotto di 2° C. Finanzia ricerca ed innovazione orientate ai seguenti obiettivi specifici:
– Lotta e adattamento ai cambiamenti climatici
– Protezione dell’ambiente, gestione sostenibile delle risorse naturali, l’acqua, la biodiversità e ecosistemi
– Approvvigionamento sostenibile di materie prime non energetiche e non agricole
– Attivazione della transizione verso un’economia e una società verde attraverso l’eco-innovazione
– Sviluppo di sistemi di osservazione ambientale globale e di informazioni complete
– Patrimonio culturale

Altre notizie sul programma Horizon 2020 a questo link.

You might also like

COME SI FINANZIA IL TURISMO

Con l’adozione del Quadro finanziario pluriennale dell’UE (QFP) per il 2014-2020, sono stati introdotti nuovi programmi, di seguito sono indicati quelli che principalmente interessano il settore del turismo, il tipo

FONDI 2007-13: A CHE PUNTO SIAMO?

Programmazione 2007-13: budget allocato per Stato Membro, percentuali di spesa dei fondi, posizione dell’Italia nella classifica europea.