FONDI SMART & START ITALIA

FONDI SMART & START ITALIA

Le nuove agevolazioni Smart&Start Italia sono riservate alle start-up innovative che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata

Data di presentazione della domanda A partire dal 16 febbraio 2015 fino ad esaurimento fondi
Esclusivamente on-line
Entità del contributo  AgevolazioniRestituzione
  • Costi ammissibili da un minimo di 100.000 ad un massimo di 1.500.000 euro

Agevolazioni pari a:

  • 70% a tasso 0% (80% per start-up localizzate nelle regioni del sud)
  • 20% a fondo perduto (per start-up localizzate nelle regioni del sud)
  • Servizio di tutoraggio tecnico-gestionale
  • Hanno una durata massima di 8 anni;
  • Sono rimborsati, dopo 12 mesi a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota dell’agevolazione, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali
Soggetti beneficiari Start-up innovative

  • di nuova costituzione oppure costituite da non più di 48 mesi
  • di piccola dimensione
  • con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale
Requisiti L’impresa deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • costi in ricerca e sviluppo pari almeno al 15% del maggiore valore tra costo e valore della produzione
  • almeno 1/3 del personale con esperienza pluriennale di ricerca o dottorato (o in alternativa i 2/3 del personale in possesso di laurea magistrale)
  • disponibilità (titolarità, deposito o licenza) di almeno una privativa industriale (relativa a invenzione industriale, biotecnologica, topografia di prodotto a semiconduttori, nuova varietà vegetale, Software registrato presso Registro Pubblico Speciale), connessa all’oggetto sociale e all’attività d’impresa
Settori di intervento Non sono ammissibili le iniziative:

  • nel settore della produzione agricola;
  • rivolte al sostegno ad attività connesse all’esportazione;
  • nel settore carboniero, relativamente agli aiuti per agevolare la chiusura di miniere di carbone non competitive
Costi ammissibili Spese di investimento agevolabili:

  1. impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, nuovi di fabbrica;
  2. componenti hardware e software;
  3. brevetti e licenze;
  4. certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, purché direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  5. progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche, nonché relativi interventi correttivi e adeguativi.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda e comunque realizzate entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.

Costi di gestione agevolabili:

  1. interessi sui finanziamenti esterni concessi all’impresa
  2. quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici
  3. canoni di leasing ovvero spese di affitto relativi agli impianti, macchinari e attrezzature
  4. costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori aventi i requisiti indicati all’articolo 25, comma 2, Decreto-legge n. 179/2012
  5. licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà industriale
  6. licenze relative all’utilizzo di software

servizi di incubazione e di accelerazione di impresa

Presentazione della domanda Per richiedere le agevolazioni Smart&Start Italia è necessario:

  1. registrarsi alla piattaforma dedicata indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario http://www.smartstart.invitalia.it/site/smart/home/smartstart-italia.html
  2. una volta registrati accedere al sito riservato per compilare direttamente on line la domanda, caricare il business plan e la documentazione da allegare

Per concludere la procedura  è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

You might also like