MICROIMPRESA

Incentivi a fondo perduto per l’avvio di piccole attivitá imprenditoriali.

Scadenza: misura a sportello, valida fino ad esaurimento risorse.

Ambito territoriale: regioni meridionali

 

Programma MICROIMPRESA
Settore di intervento
È l’incentivo per l’avvio di piccole attività imprenditoriali in forma di società di persone nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Le iniziative possono riguardare:
  • produzione di beni   • fornitura di servizi
Soggetti beneficiari Persone che intendono avviare un’attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Sono pertanto ESCLUSE le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio.
Le società devono essere già costituite al momento della presentazione della domanda.
Per presentare la domanda, almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà delle quote, deve essere:
maggiorenne alla data di presentazione della domanda
non occupato alla data di presentazione della domanda
residente nel territorio nazionale
Entità del contributo Gli investimenti complessivi non possono superare i 129.114 euro, iva esclusa.

• Le agevolazioni sono concesse sotto forma di mutuo a tasso agevolato e contributi a fondo perduto che coprono il 100% delle spese d’investimento e le spese di gestione sostenute nel primo anno di attività. Il contributo a fondo perduto non può essere comunque superiore al 50% del totale dei contributi concessi.
• Nella fase di avvio dell’iniziativa sono previsti servizi gratuiti di assistenza tecnica.
• L’attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno cinque anni a decorrere dalla data di ammissione alle agevolazioni.

Tipologie di spese finanziabili Gli investimenti ammissibili relativi alle microimprese sono i seguenti:
– attrezzature, impianti, macchinari e allacciamenti;
– beni immateriali ad utilità pluriennale;
–  ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili).

Le spese di gestione relative al primo anno di attività sono:
– materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi interni al processo produttivo;
– utenze e canoni di locazione per immobili;
– oneri finanziari (con l’esclusione degli interessi del mutuo agevolato);
– prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati;

Data di presentazione della domanda E’ una misura a sportello, quindi le domande possono essere presentate fino ad esaurimento risorse.

Modalitá di presentazione della domanda

É necessaria la registrazione sul sito http://www.autoimpiego.invitalia.it/login.aspx
per poi proseguire con la compilazione della domanda online.La domanda si perfeziona con la spedizione del formato cartaceo della domanda e dei relativi allegati.

 

You might also like

BOTTEGHE DI MESTIERE E DELL’INNOVAZIONE

Bando per la presentazione di progetti da parte delle aziende che intendono ospitare giovani tirocinanti disoccupati o inoccupati, tra i 18 e i 35 anni. Scadenza: 8 marzo 2016 Ambito

FEASR 2014-2020: SVILUPPO LOCALE PARTECIPATIVO

Definire strategie di Sviluppo Locale attuate dal territorio e formazione di GAL (Mis. 19.1). Scadenza: 8 settembre 2016 Ambito territoriale: Regione Basilicata con alcune eccezioni.

SEMINARIO FORMATIVO FONDI EUROPEI 2014-20

Si sono concluse con un ampia partecipazione le due giornate formative di incontri sulla programmazione europea 2014-2020 tenute ad Aversa (CE) e Vallo Della Lucania (SA) il 29 e 30 marzo