PROGETTI DEDICATI AL PATRIMONIO CULTURALE REGIONALE

PROGETTI DEDICATI AL PATRIMONIO CULTURALE REGIONALE

Azioni ed interventi di conservazione, fruizione e valorizzazione anche a fini turistici, di beni culturali. 
Scadenza: 2 ottobre 2017
Ambito territoriale: Regione Basilicata

Programma

FESR 2014-2020 – BASILICATA

Obiettivo
Il bando è finalizzato alla realizzazione di azioni ed interventi di conservazione, fruizione e valorizzazione anche a fini turistici, per il pieno inserimento nei circuiti nazionali ed internazionali della conoscenza, protezione e fruizione sostenibile di beni culturali.
Beneficiari
Beneficiari del bando sono le Unioni dei Comuni e i Comuni della Regione Basilicata, ad eccezione dei n. 42 Comuni rientranti nella Strategia delle Aree Interne, individuati con la D.G.R. n. 489/2015, e le due città capoluogo di provincia: Potenza e Matera. Le candidature possono essere presentate singolarmente o, per progetti a valenza sovracomunale, attraverso il legale rappresentante delle Unioni di Comuni. 
 Progetti ammissibili Possono essere candidate e selezionate le operazioni aventi le seguenti caratteristiche:
– interventi di valorizzazione dei beni archeologici, architettonici, artistici, monumentali, ecc., attraverso attività di recupero, allestimenti anche multimediali, digitalizzazione, messa in rete, ecc., con priorità per quelli volti ad assicurare la realizzazione di interventi ultimativi che consentano la completa fruizione del bene;
– interventi volti a migliorare l’accesso e la fruizione dei beni culturali materiali ed immateriali attraverso la messa in rete dei siti;
– interventi per l’adeguamento e la funzionalizzazione ultimativa di contenitori culturali stabili per la produzione e fruizione culturale (spazi stabili per concerti, spettacoli, attività teatrali); 
– sostegno a servizi innovativi in grado di qualificare l’approccio e diversificare la fruizione dei beni culturali (es. prenotazioni on line, visite virtuali di siti e musei, multimedialità, allestimenti tecnologicamente avanzati, ecc.).
Entità del contributo
Il contributo concedibile, pari al 100% del totale dei costi ammissibili non potrà superare:
Per i singoli comuni:
450.000,00 onnicomprensivi, di cui la quota destinata alle eventuali acquisizioni di forniture e servizi non può superare € 250.000,00;
250.000,00 onnicomprensivi per operazioni che prevedono la sola acquisizione di forniture e servizi;
Per le Unioni di comuni:
2.000.000,00 onnicomprensivi, e di cui la quota destinata alle eventuali acquisizioni di forniture e servizi non può superare il 50% dell’importo complessivo dell’operazione;
1.000.000,00 onnicomprensivi per operazioni che prevedono la sola acquisizione di forniture e servizi.
Qualora l’operazione candidata superi i limiti il beneficiario si impegna ad assicurare il cofinanziamento, per la quota eccedente, con risorse proprie.
Dotazione e Domanda La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 11.000.000,00
La procedura di presentazione della candidatura sarà valida a partire dal 1° settembre 2017 e fino al 2 ottobre 2017.
Ogni eventuale richiesta di informazioni sui contenuti potrà essere rivolta al responsabile di procedimento ai recapiti telefonici 0971/668601-8615-8633 o all’indirizzo di posta certificata: ufficio.regimi.aiuto@cert.regione.basilicata.it.  Maggiori informazioni qui.

Scarica qui il Bando:
Avviso

You might also like

SANITÁ E SICUREZZA SUL LAVORO

Incentivi alle imprese per la realizzazione di progetti di investimento per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi lavoro. Scadenza: 5 maggio 2016. Ambito territoriale: Nazionale

AGEVOLAZIONI AGRICOLTURA 2015

Le agevolazioni nel settore agricolo per il periodo 2014-16 al fine di favorire la competitività del settore agricolo e del made in Italy attraverso investimenti per introdurre o aumentare le

PROMOZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI EUROPEI

Bando europeo per la promozione dei prodotti agricoli europei per progetti pluriennali che rafforzino la competitività del settore agricolo europeo, la consapevolezza dei consumatori e il riconoscimento dei regimi di